Notitia Dignitatum

Oxford, Bodleian Library, MS. Canon. Misc. 378

Contatti

+39 333 9860 410

info@illuminatedfacsimiles.com

Illuminated Facsimiles


Notitia Dignitatum

Oxford, Bodleian Library, MS. Canon. Misc. 378

Categoria:
Titoli alternativi – Notitia Dignitatum et Administrationum Omnium tam Civilium quam Militarium – Notitia Dignitatum di Pietro Donato – Notitia Dignitatum di Oxford.
Caratteristiche fisiche – Codice in pergamena, dimensioni 275 x 197 mm, 348 pagine.
Legatura – Coperta in pelle con cornice a triplo filo impressa in oro lungo il perimetro dei due piatti. Dorso con cinque nervature, caselle con decorazioni e scritta in oro SCOTI / COSMOGRAPH / CODEX MEMBR / FIG DIST.
Regione di origine – Svizzera (Basilea).
Datazione – XV secolo (1436).
Committenza – Il codice fu commissionato da Pietro Donà, o Donato (n. ca. 1390, m. 1447), vescovo di Padova dal 1428, umanista e bibliofilo, che fece copiare il manoscritto mentre si trovava a presiedere al Concilio di Basilea in vece di papa Eugenio IV.
Proprietari successivi – Jacopo Soranzo (n. ?, m. 1761), Matteo Luigi Canonici (n. 1727, m. 1805).
Luogo di conservazione – Gli eredi del Canonici vendettero la collezione di manoscritti alla Università di Oxford, dove anche il Notitia Dignitatum si trova tuttora con la segnatura MS. Canon. Misc. 378.
Genere – Trattati / Libri secolari – Cronache / Storia / Leggi.
Contenuto – Cosmographia; Itinerarium prouinciarum Antonini Augusti; Septem montes urbis Romae; De aquis urbis; Liber de mensura orbis terrae; Notitia Galliarum; Laterculus Polemii Siluii; De montibus, portis et uiis urbis Romae; De rebus bellicis; Disputatio (Altercatio) Hadriani Augusti et Epicteti philosophi; Notitia [o Libellus de regionibus] urbis Romae; Notitia urbis Constantinopolitanae; De gradibus cognationum; Notitia Dignitatum omnium tam ciu[il]ium quam militarium; Demensuratio [o De mensuratione] Provinciarum; De VII mundi spactaculis. Si tratta di una raccolta di testi composti tra il III e il V secolo d.C. sulla geografia e l’amministrazione del tardo impero romano. Come modello venne utilizzato il Codex Spirensis, un codice di epoca carolingia allora conservato nella biblioteca della cattedrale di Spira, ma che successivamente è andato distrutto.
Lingua – Latino, Greco.
Scrittura – Scrittura umanistica formale, minuscola greca.
Copista – Pietro Donato ingaggiò un copista professionista. Alcune parti le scrisse però di sua mano: titoli, marginalia e una iscrizione di chiusura alla c. 170r in cui descrive le circostanze in cui il codice venne prodotto.
Decorazione – 107 miniature, di cui 80 a piena pagina.
Miniatore – Peronet Lamy, noto anche come Perenet lenlumineur (n. ?, m. pre-1453), pittore e miniatore originario di Saint-Claude (Francia), che spese molti anni della sua carriera alle dipendenze di Casa Savoia.
Stile – Rinascimentale.

Scheda tecnica: Illuminated Facsimiles

Notitia Dignitatum

EDIZIONE IN FACSIMILE

Titolo della pubblicazione – Notitia Dignitatum. L’amministrazione dell’Impero romano.
Tipo di riproduzione – Riproduzione a colori a grandezza naturale dell’intero documento originale.
Editore – Istituto della Enciclopedia Italiana – Treccani (Roma, 2014). Per concessione della Bodleian Library – University of Oxford.
Collana – Tesori Svelati.
Tiratura limitata – Il facsimile è stato realizzato in 599 esemplari contrassegnati con numerazione a mano da 1 a 599. Quindici esemplari non venali fuori numerazione sono stati riservati all’Istituto della Enciclopedia Italiana.
Supporto – Carta pergamenata.
Legatura – Coperta in pelle con cornice a triplo filo impressa in oro lungo il perimetro dei due piatti. Dorso con decorazioni e scritte in oro. La legatura corrisponde a quella del documento originale così come si presenta nel momento attuale.
Commentario – Volume di commento in italiano, formato 16,5 x 24,5 cm, XVI-123 pagine, 32 tavole a colori. Saggi e commenti di Bruce C. Barker-Benfield, Luciano Canfora, Arnaldo Marcone, Jonathan James Graham Alexander, Concepción Neira Faleiro.
Cofanetto – Il facsimile è custodito all’interno di in un cofanetto telato a inserimento verticale.
Certificato – Il certificato di autenticità è stampato sul colophon del facsimile. Riporta il numero di copia ed è autenticato da Franco Gallo (Istituto della Enciclopedia Italiana) e Richard Ovenden (Bodleian Library – University of Oxford).
ISBN – 978-88-12-00525-3.
Il facsimile riproduce il più fedelmente possibile le caratteristiche materiali del documento originale allo scopo di sostituirlo nella ricerca scientifica e nelle raccolte del collezionista bibliofilo. La rifilatura e la composizione delle carte riproducono il profilo e la fascicolazione del documento originale.

Copyright foto: Istituto della Enciclopedia Italiana – Treccani

About The Author

Treccani