Fiabe dell’Esopo Mediceo

Contatti

+39 333 9860 410

info@illuminatedfacsimiles.com

Illuminated Facsimiles


Fiabe dell’Esopo Mediceo

TITOLI ALTERNATIVI – Fiabe dell’Esopo Mediceo – Medici Aesop – Fables d’Ésope – Medici-Äsop – Fábulas de Esopo.
CARATTERISTICHE – Codice in pergamena, formato 200 x 120 mm, 75 carte, 4 carte di guardia.
ORIGINE – Italia (Firenze).
DATAZIONE – XV secolo (1480 circa).
COMMITTENZA – Commissionato da Lorenzo il Magnifico (1449-1492), il manoscritto era destinato al figlio Piero di Lorenzo de’ Medici, detto il Fatuo o lo Sfortunato (1472-1503): il codice gli sarebbe stato utile nello studio del greco, che Piero affrontò già in tenera età sotto la guida di Agnolo (Angelo) Ambrogini, detto Poliziano (1454-1494). A conferma di questa committenza possiamo cogliere lo stemma della famiglia Medici alla c. 68.
PROPRIETARI SUCCESSIVI – Rimasto nelle mani della famiglia Medici probabilmente fino al XVI secolo, il manoscritto subì diversi passaggi di proprietà nei secoli successivi. Se ne perdono le tracce fino ai primi decenni del XIX secolo, quando ormai le Fiabe, ovvero la sezione che oggi identifichiamo con il Ms. Spencer 50, erano state separate dalla Vita Aesopi che in origine le precedeva. In questo periodo il codice risulta nella collezione del Rev. Theodore Williams, e poi di Philip Augustus Hanrott. Nel 1833 fu acquistato dal collezionista e antiquario inglese Sir Thomas Phillipps (1792-1872), rimanendo di proprietà della sua famiglia fino al 1946, quando divenne parte della New York Public Library.
COLLOCAZIONE ATTUALE – Attualmente il manoscritto è conservato presso la New York Public Library. La sezione con la Vita Aesopi, che in origine precedeva quella delle Fiabe, fa invece parte di una collezione privata.
GENERE – Letteratura, Mitologia / Profezie.
CONTENUTO – Fiabe di Esopo. Le Fiabe erano in origine 147, ma nel manoscritto che ci è pervenuto solamente 135 sono complete: 5 sono incomplete, mentre altre 7 risultano mancanti.
LINGUA – Greco.
SCRITTURA – Scrittura greca vergata a penna.
COPISTA – L’amanuense Demetrio Damilas, noto anche come Demetrio da Creta, Demetrius Mediolaneus e Librarius Florentinus (?-post 1506), copiò il manoscritto da una versione stampata delle Fiabe di Esopo pubblicata nel 1480 da Bonaccorso da Pisa.
DECORAZIONE – 135 miniature, bordi e capilettera decorati, un ritratto di Esopo alla c. 1r. Ogni miniatura precede sempre il relativo testo della favola.
ARTISTI – La decorazione delle fiabe e l’impostazione delle singole scene fu probabilmente affidata a Francesco di Antonio del Chierico (1433-1484). Secondo una prassi comune nelle botteghe degli artisti fiorentini del XV secolo, Francesco di Antonio potrebbe aver invitato a collaborare anche miniatori esterni al suo atelier. Alcuni studiosi riconoscono infatti nelle miniature del Ms. Spencer 50 l’intervento di altri artisti: Mariano del Buono (1433-1504), Gherardo di Giovanni di Miniato, detto anche del Fora (1445-1497), e il Maestro del Senofonte Hamilton.
STILE – Rinascimentale. Il Ms. Spencer 50 è da molti considerato il codice di fiabe più prestigioso di tutto il Rinascimento italiano.
LINK ESTERNI – The New York Public Library Digital Collections (manoscritto digitalizzato).

Scheda tecnica: Illuminated Facsimiles

15° secolo; d’Antonio

EDIZIONE IN FACSIMILE

Il facsimile è una riproduzione a colori a grandezza naturale dell’intero manoscritto originale e ne riproduce il più fedelmente possibile le caratteristiche materiali, allo scopo di sostituirlo nella ricerca scientifica e nelle raccolte del collezionista bibliofilo. Il facsimile incorpora inoltre la miniatura a tutta pagina che precede la prima fiaba del Ms. Spencer 50, e che attualmente fa parte di una collezione privata. Il taglio delle carte riproduce il profilo del manoscritto originale anche nei suoi difetti. La rilegatura potrebbe non corrispondere a quella del manoscritto originale così come si presenta nel momento attuale.
EditorePatrimonio Ediciones (Valencia, 2011).
Tiratura – Edizione unica e limitata di 999 esemplari numerati.
Certificato – Ogni copia è autenticata con atto notarile allegato al colophon.
Supporto – Carta pergamenata.
Stampa – Stampa a 8 colori, con oro in foglia e in polvere, realizzata con retinatura non convenzionale.
Legatura – Coperta in pelle, eseguita a mano, con impressioni in oro ai piatti e al dorso.
Commentario – Volume di commento in italiano, formato in-quarto, 147 pagine, tavole a colori nel testo. I saggi sono di Ada Labriola. Il volume di commento si conclude con la traduzione delle favole dal greco all’italiano.
Cofanetto – Il facsimile è custodito all’interno di un cofanetto.
ISBN (commentario) – 978-84-95061-40-9.

Copyright foto: Illuminated Facsimiles, Patrimonio Ediciones

About The Author

Patrimonio Ediciones