Libro d’Ore di Renata di Francia

Modena, Biblioteca Estense Universitaria, α.U.2.28=MS Lat. 614 (rubato nel 1994)

Contatti

+39 333 9860 410

info@illuminatedfacsimiles.com

Illuminated Facsimiles


Libro d’Ore di Renata di Francia

Modena, Biblioteca Estense Universitaria, α.U.2.28=MS Lat. 614 (rubato nel 1994)

Titoli alternativi – Libro di Preghiere di Renata di Francia – Petites Prières de Renée de France – Libro de Oraciones de Renata de Francia.
Caratteristiche fisiche – Codice in pergamena, dimensioni 122 x 88 mm, 52 pagine.
Legatura – Legatura settecentesca in velluto rosa con ricami e laccetti di chiusura.
Regione di origine – Francia (Parigi).
Datazione – XVI secolo (ca. 1517).
Storia del manoscritto – Il manoscritto è stato scritto e miniato per Renata di Valois-Orléans (n. 1510, m. 1585), figlia del re di Francia Luigi XII di Valois-Orléans (n. 1462, m. 1515) e di Anna di Bretagna (n. 1477, m. 1514). Nel 1528 Renata sposò Ercole II d’Este (n. 1508, m. 1559), duca di Ferrara, Modena e Reggio e il manoscritto giunse a Ferrara come parte dei beni dotali della nuova duchessa. Nel 1560 Renata abiurò la religione cattolica e si ritirò nel castello di Montargis, rifugio di calvinisti e ugonotti. I suoi libri «eretici» furono bru­ciati, tranne alcuni di osservanza cattolica, compreso questo piccolo libro di preghiere. Pur essendo – probabilmente – sempre rimasto nel patrimonio estense, se ne persero le tracce fino al 6 maggio 1780, quando Girolamo Tiraboschi (n. 1731, m. 1794), direttore della biblioteca del Duca Francesco III d’Este (n. 1698, m. 1780), lo menziona in un inventario e lo annota come «Libretto d’Orazioni fatto ad uso di Renea di Valois». Nella Biblioteca Estense di Modena è rimasto fino al 1994, quando – andato in mostra all’abbazia di Montecassino – è stato illecitamente sottratto per non essere più ritrovato.
Genere – Cristianesimo, Libri di devozione privata.
Lingua – Latino.
Decorazione – 12 miniature di cui 3 a piena pagina, 25 pagine con cornici e fregi marginali, 112 capilettera miniati.
Miniatore – La critica più recente ha ritenuto di identificare il miniatore nel Maître de Claude de France, ossia l’artista parigino dei codici di Claudia di Valois-Orléans (n. 1499, m. 1524), sorella di Renata e regina consorte di Francia.
Stile – Rinascimentale. Les petites prières de Renée de France rappresenta uno dei più preziosi livres d’heures del primo Cinquecento, mirabili capolavori rinascimentali ancora in voga nelle corti europee anche dopo l’invenzione della stampa.

Scheda tecnica: Il Bulino edizioni d’arte

ArtCodex

EDIZIONE IN FACSIMILE

Tipo di riproduzione – Riproduzione a colori a grandezza naturale dell’intero documento originale.
Editore – Il Bulino edizioni d’arte (Modena, 1998). Facsimile in coedizione con Faksimile Verlag (Lucerna/Monaco, 1998).
Collana – Ars Illuminandi.
Tiratura limitata – La tiratura, in esclusiva mondiale unica e irripetibile, è di 999 esemplari numerati e certificati. Altri 66 esemplari appartengono agli archivi dell’editore e dei coeditori internazionali.
Certificato di autenticità – Il certificato di autenticità col numero di copia è allegato al colophon.
Legatura – Il facsimile è dotato di una ricca ed elegante legatura che ripete fedelmente quella settecentesca dell’originale in velluto rosa antico, con ricami a fili d’argento e laccetti di chiusura.
Commentario – Volume di commento in italiano, 160 pagine. Testi di Ernesto Milano e Myra Dickman Orth.
Cofanetto – Cofanetto in legno con interno foderato in raso e rivestimento esterno in pelle con ornamenti.
Il facsimile riproduce il più fedelmente possibile le caratteristiche materiali del documento originale allo scopo di sostituirlo nella ricerca scientifica e nelle raccolte del collezionista bibliofilo. La rifilatura e la composizione delle carte riproducono il profilo e la fascicolazione del documento originale.

Foto per gentile concessione dell’Editore

About The Author

Il Bulino edizioni d'arte